venerdì 31 ottobre 2014

31/10/2004


Accadeva esattamente 10 anni fa!

la mia prima volta, ... me lo ricordo come fosse ora: l'emozione della partenza, la pioggia battente, il calore della gente ammassata nelle gabbie e l'adrenalina prima della partenza.

L'urlo della folla allo sparo del via!!!

L'obiettivo era arrivare e magari senza mai fermarsi! ce l'avrei fatta?

Si amici, ce la feci in ben 3h44'.

Quanti di voi si ricordano quel momento, quando tagli il traguardo e sei ancora in te! il gasamento per l'impresa e la moltitudine di piatti di pasta ingurgitati dopo la gara. eh he he

Mi ricordo che l'arrivo era all'arena di Verona e li potemmo farci la doccia nei bagni dei camerini con acqua gelida ma ristoratrice.

Sarebbe stata la prima di diverse altre, ma quella che mi rimane di più nel cuore. Poi c'è stata quella del personale 3h24' ... con ancora ampi margini di miglioramento. Ma è un altra storia e sinceramente alla luce degli anni passati non me ne può fregare di meno.

Oggi corro ancora ma con un altra filosofia. Allora era una sfida oggi è solo un piacere.

Vorrei fare un saluto a tutti gli amici incontrati in questi anni entusiasmanti lungo la strada ... non faccio i nomi per non dimenticare nessuno ... a voi auguro ancora tante corse.


Tosto


sabato 30 agosto 2014

Passo Duran e Staulanza


Un Estate flagellata dalla pioggia qui in Veneto! e quando l'altro ieri l'amico Obe mi ha chiamato dicendomi: "io vado a fare un giro dolomitico domani, se vuoi venire?" ...

Una finestra di bel tempo nel nel grigiore estivo ... da prendere al volo. Il giro che mi proponeva era ampiamente alla portata. Partenza da Agordo, Passo Duran, Passo Staulanza, Alleghe, Agordo circa 85km accorciabili e 2000m D+.

In questi casi si manda in "MONA" tutto e si va!

Del giro dico solo che presenta da subito la salita al Duran senza alcun riscaldamento, ma che se fatta a una velocità tranquilla non presenta grandi difficoltà (qualche strappo al 15%), poi discesa e poi subito l'altro passo. In pratica tutte le asperità si concentrano nella prima parte del percorso, poi nel ritorno è tutta discesa.

note dal sito magico Veneto